www.duepassinelmistero.com

 

TEMATICHE:

Aggiornamenti

Alchimia

Antiche Civilt

Archeoastronomia

Architetture

Colonne e Nodi

Due passi nell'Italia nascosta

Due passi nei misteri esteri

Fenomeni Insoliti

Interviste

L'Uomo e Dio

Maestri Comacini

Medioevo e...

Mistero o Mito?

Personaggi

Simbolismo

Simbologia e Cultura Orientale

Storia e dintorni...

Templari "magazine

Ultimi Reports

UTILITY:

Archivio reports

Bacheca

Collaboratori

Extra sito

Libri del mese

Links amici

Ricerca veloce titoli per argomento

SERVIZI:

FORUM

Newsletter

Avvertenze/ disclaimer

 

 

     

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

La meridiana del Duomo di Milano

(dialogo immaginario tra chi scrive e il maestro Comacino Simone da Orsenigo, che ci sta accompagnando in questo tour all'interno del Duomo)

M- Maestro Simone, ci sei?

S- Si che ci sono, sei tu che mi sembravi sparita o assente!

M- Perdonami ma sono stata attratta dalla imponente meridiana qui sul pavimento...

                

S- Di quella sei tu che forse potresti 'illuminarmi' meglio, trattandosi di uno strumento che i miei 'colleghi' hanno inserito molti secoli dopo che io lavorai in questo duomo.

M- So che venne realizzata nel 1786 dagli astronomi di Brera, per volere di Padre G. A. Cesaris, ed formata da una lunga striscia di ottone che attraversa l'edificio da Nord a Sud e lungo il suo percorso presenta tante formelle marmoree raffiguranti i segni zodiacali neri su fascia marmorea bianca, molto belli. E quei numeri che saranno?

S- Le relative date di ingresso del Sole nei segni zodiacali, semplice.

M- Oh, grazie! Abbiamo la fortuna di essere capitati qui adesso, poich fino a trent'anni fa queste formelle pare non vi fossero.

S- E come mai?

M- Nel 1827 si eseguirono dei lavori al pavimento e vennero rimosse, tranne una, quella del solstizio d'inverno. Dopo 150 anni vennero rimesse al loro posto...

S- Che curioso, questo fatto. Bisognerebbe indagare, e tu che sei la specialista dovresti occupartene, un giorno o l'altro...

M- Senz'altro, mi piacerebbe! Ecco, vedi qui, sul muro settentrionale, questa grande formella rettangolare?

S- Si...?

M- Indica il segno zodiacale del Capricorno e...

S- La linea di ottone prosegue sul muro fino alla formella...

M- Gi, per oltre due metri, ti sorprende?

S- Un pochino. Undici segni sul pavimento e uno sul muro. Anche la dimensione della formella stessa, esageratamente pi grande delle altre sul pavimento, singolare. E se andiamo dalla parte opposta... c' un foro nella volta, l in alto, a sud?

M- Incamminiamoci cos vediamo anche tutte le formelle. Sul mio fido libricino si dice che nel Duomo di Milano esiste uno gnomone -che il foro che cerchi - in grado di segnalare i 2 solstizi e la posizione del Sole durante tutto lanno... Che bei colori questo pavimento; ecco questo l'ultimo segno raffigurato, il Cancro.

                                 

S- Sai, cara amica, penso che questo strumento non sia solo astronomico come la maggioranza delle meridiane che ho visto.

M- No? Ha qualcosa di strano?

S- Non eccezionalmente strano, ma la maggior parte dei fori gnomonici forniscono dati astronomici, mentre questo anche astrologici. E questa 'materia' non si accorda con un tempio cristiano, sei d'accordo?

M- Uhm, vero questo, tenendo conto che non stata fatta nel periodo medievale dove certe scienze erano un tutt'uno e dove si prestava ancora molta importanza al ciclo dei mesi e dei segni zodiacali, spesso scolpiti sulle facciate o ritratti sulle vetrate... Interessante osservazione! E inoltre questo l'unico segno che non venne rimosso mentre gli altri undici si. Come mai?

S- Se vera questa cosa, interessante perch penso che dal foro lass in alto il raggio entrasse n pi n meno. Eccolo, l in alto il foro gnomonico.

                                                                                    

M- Il testo dice che situato a 24 metri di altezza.

S- Questo gnomone fa passare il raggio solare investendo, giorno dopo giorno, tutta la placca di ottone e scandendo il corso annuale del sole, da un Solstizio all'altro transitando per tutti i segni zodiacali ma quello che strano che sia stato messo in risalto uno solo di questi segni zodiacali, collocato in posizione diversa, il Capricorno!

                                                                                 

M- Siamo quasi a Natale, mezzogiorno e questo fascio sta per colpirla, guarda in fondo! La vedi come sta per illuminarsi, mentre il sole la investe con il suo raggio? Beh, essendo il Capricorno il segno del mese, anche normale.

S- Si, ma se rammentassi il significato di questo essere 'mostruoso' mitologico, dovresti sapere che viene spesso indicato con il demonio.

M- Ma non lo sapevo! E dove hai attinto questa notizia?

S- Ho i miei informatori...invisibili!

M- Potrebbe essere che il sole del Solstizio invernale, che sancisce il ritorno della luce (da l in poi le giornate si allungano anche se impercettibilmente), simbolicamente vada a colpire il 'mostro' animalesco (le tenebre) per ristabilire il regno della Luce identificato nel cristianesimo con la venuta di Cristo.

S- E prima ancora con Mitra, ad esempio.

M- Certo.

S- Potrebbe essere cos ma potrebbe anche sottendere a qualche arcano messaggio da parte del costruttore/ ideatore di questo strumento solare, non ti pare?

M- Non mi voglio impegolare in trattati misteriosofici, maestro Simone! Qui tutto sembra chiaro e oscuro allo stesso tempo...!

S- Hai ragione.

M- Certo che strano che la linea di ottone prosegua e divida in due parti la formella. E qui sopra scritto SOLTITIVM HIEMALE, ecco, appunto, Solstizio invernale. Queste appese accanto nella bacheca sono le Effemeridi annuali, che in base alla Latitudine e alla Longitudine di dove ci troviamo (dove soprattutto si trova il duomo, pi che noi), indicano...

                                                                                 

S- L'orario di levata del sole e della luna, tramonti, etc.

M- Ma non c' gusto a dire le cose ad un maestro come te! Scusa un attimo...

S-Prego! Prometto che star zitto per un po'...

M- Ma no, anzi, devi aiutarmi a capire. La fascia marmorea della meridiana proprio qui davanti all'ingresso principale, eppure molti entrano senza vederla o considerarla...

S- Ma se leggessero le guide o i pannelli, lo farebbero. E' gente che entra senza voler conoscere, non dolertene. Comunque tu quando poi racconterai questa nostra storia, riuscirai ad appassionare anche coloro che non sapevano di questo strumento inserito nel pavimento del maggior monumento milanese, che io ho contribuito a realizzare, tanti secoli or sono...

M- Ho letto che anche all'esterno c' una meridiana. E' quella che passa inosservata sul sagrato, penso. Ho visto delle linee, delle forme geometriche, delle lettere, ma poco indicata, ci preseter maggiore attenzione uscendo.

S- Fai come vuoi. Ora io ti lascio proseguire la visita.

M- Ti ringrazio. Vado diretta alla cripta e allo scurolo di San Carlo...Mi accompagni?

Sparito.

                                                                                       

Torna alla pagina Generale Duomo di Milano

 

Dicembre 2006 www.duepassinelmistero.com

Avvertenze/Disclaimer